Attualmente sei su:

Euro

Euro

La nostra posizione in relazione all'introduzione dell'Euro

L'Euro e' stato  introdotto come unica valuta ufficiale degli undici paesi della "Zona EURO", cioe' Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Spagna.

Il 1 gennaio 1999, la conversione tra l'Euro e le valute nazionali e' stata irrevocabilmente fissata e l'Euro e' diventato una valuta a tutti gli effetti. Da questa data, fino al 31 dicembre 2001 (periodo transitorio), tutte le aziende potranno operare usando sia l'Euro sia la valuta nazionale.

Dal 1 gennaio 2002, verranno messe in circolazione le nuove banconote e le monete Euro in sostituzione di banconote e monete nazionali.. Dopo sei mesi al massimo, cioe' luglio 2002, tutte le banconote e monete nazionali verranno ritirate.

Da un punto di vista puramente interno, ogni azienda puo' decidere quando partire ad utilizzare la moneta Euro ai fini contabili e per altre operazioni. Noi ci siamo posta come obiettivo il 1 gennaio 2001.

Per gestire al meglio questo importante passo, vorremmo pianificare con Voi, le azioni necessarie per introdurre l'uso dell'Euro nei nostri rapporti commerciali.

Da un'analisi fatta con alcuni clienti, sappiamo che essi convertiranno la loro contabilita' in Euro in tempi diversi. Il nostro approccio nel trattare le transazioni in Euro e' di conseguenza basato sia su fattori legali, come definiti dalle regole comunitarie, sia dal desiderio di andare incontro al fabbisogno dei nostri clienti, durante il periodo di transizione.

La nostra posizione sull'EURO e' basata esclusivamente sui consigli della Commissione Europea che invita l'uso di una sola valuta per tutta la transazione.  In altre parole, la proposta, l'ordine, la fattura ed il relativo pagamento verranno fatte con un'unica valuta, indicando nello stesso tempo, il riferimento del controvalore. Cosi' facendo verranno eliminate le differenze causate dalle diverse valute.  In caso di fatturazioni in valute diverse dall'Euro, indicheremo nelle fatture proforma sia la valuta straniera che l'Euro, come riferimento. La fatturazione, in questi casi, avverra' pero' in valuta straniera, cosi' come il pagamento, a meno che diversamente indicato.

La nostra posizione puo' essere quindi cosi' riassunta:

  • Utilizzo valuta nazionale: Si presuppone che continuerete ad utilizzare la valuta nazionale fino al 31 dicembre 2000, salvo previa comunicazione scritta di un'eventuale conversione in Euro. Tuttavia, dal 1 gennaio 2001, Speeka utilizzera' l'Euro per tutte le transazioni, tranne per coloro che vorranno continuare ad utilizzare la moneta nazionale fno al 31 dicembre 2001: costoro ci dovranno comunicare preventivamente, all'ordine, la loro richiesta.

  • La transazione commerciale con unica valuta: Per ogni transazione commerciale andrebbe usata un'unica valuta; sconsigliamo un cambio valuta prima della conclusione della transazione. Per esempio, se l'ordine e la fattura sono in valuta nazionale, il pagamento verra' fatto nella stessa valuta. Nel caso in cui il cliente desideri cambiare la propria contabilita' interna in Euro, potremmo cambiare la valuta per tutte le transazioni future.

  • Transazioni aperte dal 1 gennaio 2001: se dovessero esserci transazioni ancora aperte (ordini inevasi o fatture non pagate) in valuta nazionale al 1 gennaio 2001, assumeremo che queste verranno chiuse utilizzando la stessa valuta.

 

Confidando che quanto sopra chiarisca la nostra posizione per cio' che riguarda le transazioni in Euro dal 1 gennaio 2001, rimaniamo a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti o informazioni in merito, nella speranza di poter continuare a lavorare con Voi nell'emozionante nuovo mondo dell'Euro.

Questo sito usa cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni utilizzato solo ed esclusivamente per la gestione degli ordini dei nostri prodotti. Per saperne di piĆ¹ Permetti Cookies Close